Igiene e cosmesi degli animali

L'igiene dei nostri migliori amici è importantissima per la loro e per la nostra salute. Alla Veterinaria Faentina puoi trovare tutti i prodotti di cui avrai bisogno per mantenere gli animali puliti e sani.

Ma l'igiene degli animali non è solamente una questione di prodotti, ma anche di esperienza e manualità. Occorre infatti stabilire un rapporto di fiducia con l'animale per fare in modo che viva la pulizia come un esperienza piacevole.

Ecco alcuni consigli presi dalla rete che crediamo possano interessarti

Come pulire il cane dopo una passeggiata

come pulire caneA chi ha un fedele amico a quattro zampe e vive in città sarà capitato di domandarsi quanto e come pulire il proprio cane al rientro da una passeggiata o dal consueto giretto all'aperto per fargli fare i suoi bisogni.

Come tutti sanno, i cani, diversamente da noi, non hanno bisogno di essere lavati tutti i giorni, altrimenti rischiano di perdere le naturali autodifese e di rovinare irreparabilmente il loro bel pelo.

Tuttavia, gironzolando per la città, si contaminano le zampette di qualsiasi genere di sporco presente sui marciapiedi... compresi i bisogni dei cani dai padroni ancora poco educati!

Per pulirli senza intaccare il loro pelo è consigliabile usare delle salviette detergenti apposite oppure un asciugamano inumidito con acqua e aceto di mele. E asciugarli subito dopo con un panno asciutto.

Così non solo eviteremo di introdurre sporcizia in casa, ma elimineremo anche fastidiosi sassolini, residui d'erba e quant'altro possa dare problemi al nostro cucciolo peloso.

Può essere utile anche fargli un vero e proprio pediluvio nella vasca con acqua e sapone neutro, soprattutto al rientro da qualche passeggiata particolarmente fangosa, come può capitare in giornate di pioggia. Basta che non si trasformi ogni volta in una doccia completa

Come lavare il gatto senza traumatizzarlo

lavare-gattoI nostri amici felini invece sono più autonomi e indipendenti, e per questo spesso vengono un po' trascurati, ma anche la loro pulizia (almeno ogni tanto) è necessaria per una completa cura del gatto, soprattutto se il nostro micio vive un po' in casa e un po' in giardino. Ecco allora come possiamo lavare il gatto.

Se è molto sporco, e vogliamo fargli una doccia, è necessario usare acqua tiepida, assolutamente non fredda: il gatto ha una temperatura corporea più alta della nostra e ne soffrirebbe. Per le prime non usare vasche o bacinelle: sì sa, loro non amano l’acqua, meglio usare una doccetta o una spugna, e passare ai recipienti quando il micio si sarà abituato a questa consuetudine. Bisogna tenere il micio per le zampe anteriori, e bagnarlo con l’acqua evitando accuratamente orecchie e testa: questo lo rassicurerà.

Possiamo ora lavare il gatto con un bagnoschiuma adatto a lui, risciacquando poi abbondantemente, per evitare che poi leccandosi ingerisca residui di sapone. Ricordiamoci sempre di coccolarlo durante questa delicata operazione. Avvolgiamolo poi in un asciugamano, e mentre frizioniamo il pelo, carezziamolo, vezzeggiamolo, finché il pelo non sarà asciutto.

Come pulire la gabbia degli uccelli

pulire-gabbia-uccelliSia che possediamo un pappagallo, un canarino o qualsiasi altro tipo di uccello, è importante sapere che questi animali hanno abitudini ed esigenze che richiedono una manutenzione costante.

Il nostro dovere più importante, dopo l’alimentazione, è mantenere pulito il luogo dove vivono: la pulizia della gabbia degli uccelli va fatta ogni giorno. Prima di aprire la gabbietta ricordiamoci di chiudere le finestre, evitando così che il nostro amico possa volare via. Per facilitare l’operazione è bene posizionare un foglio di giornale sul fondo della gabbia, il quale raccoglierà la maggior parte di cibo caduto, piume ed escrementi. A noi basterà togliere il giornale vecchio e sostituirlo con uno nuovo per evitare che si formino i cattivi odori, e che gli insetti vengano attratti da essi. Se il pavimento della gabbia si è comunque sporcato, aspirarlo e lavarlo.

Un’altra regola da seguire è quella di rimuovere sempre dalle mangiatoie e dal beverino il cibo avanzato e l’acqua sporca, e lavarli spesso. Per un igiene più profonda, una volta a settimana lasciamoli a mollo con una soluzione di acqua e detergente specifico. Periodicamente bisogna lavare anche tutto il resto della gabbia, con una spugnetta imbevuta d’acqua e un po’ di detersivo specifico.

Ora manca solo la pulizia del nostro uccellino! Prepararsi una bacinella d’acqua tiepida/ calda, (non bollente) con poco detergente delicato per uccelli e una bacinella di acqua pulita sempre caldo/tiepida. Per lavare gli uccelli procediamo così: immergerlo nella prima bacinella, tenendo fuori assolutamente la testolina, insaponarlo delicatamente, e immergerlo poi nell’ acqua pulita. Asciugarlo con un asciugamano scaldato al sole o col phon.

Se la gabbia è abbastanza grande, possiamo mettere all’ interno una piccola vaschetta d’ acqua, (l’acqua del rubinetto va benissimo, ma va lasciata riposare per 10 ore, altrimenti risulterebbe troppo fredda): i volatili adorano l’acqua per giocare e lavarsi.

Ora che la pulizia della gabbia e degli uccelli è completata, passiamo alla parte più divertente e gioiosa: coccole, attenzioni e dolcezza.